Sicurezza reperibilità pellet

Riscaldare in sicurezza con i pellet di legno

Oramai sono prodotti molti più pellet di quanti siano richiesti dal mercato. Nell’anno 2007 in tutto il mondo è stata registrata una produzione di 14 milioni di tonnellate. Il consumo nello stesso anno è stato di ca. 8 milioni. Solo in Europa si annoverano ca. 450 produttori di pellet.

In Austria la capacità produttiva di pellet è aumentata dalle 5.000 t del 1997 a ca. 1,2 milioni di t del 2009, mentre il fabbisogno interno annuale è di 510.000 t. Quindi i produttori austriaci di pellet in questo momento possono fabbricare il doppio del pellet consumato in Austria, facendo dell’Austria Austria uno dei maggiori esportatori di questo combustibile. Il pellet è prodotto principalmente da medie aziende in 23 differenti centri di produzione. Grazie all’ideale dislocazione in tutte le regioni dell’Austria, questi produttori hanno creato un’ottima rete distributiva.

In Germania la capacità produttiva è aumentata dalle 12.000 t del 2000 ai ragguardevoli 2,3 milioni di t del 2008. Sono presenti in tutta la nazione ca. 60 centri di produzione di pellet. Per la produzione si usano esclusivamente segatura e scarti provenienti dalle segherie. Nonostante l’aumento della richiesta di pellet, i boschi della Germania sono ben lontani da uno sovrasfruttamento. È presente un abbondante potenziale di materia prima, che assicura una produzione stabile anche per i prossimi anni. Infatti, con ben 3,4 miliardi di metri cubi, la Germania dispone delle più grandi riserve di legno dell’Europa continentale. L’aumento annuo di queste riserve è pari a ca. 120 milioni di metri cubi, di cui al momento ne sono usati solamente ca. 70 milioni.

Il combustibile pellet ha una reperibilità garantita: il legno è un combustibile rigenerabile e locale, crea posti di lavoro regionali e indipendenza da combustibili fossili non rigenerabili. Le grandi riserve di legno in Germania offrono una solida base per il successivo sviluppo della produzione del pellet. Solo con l’attuale abbattimento medio annuo di alberi è possibile nella sola Germania il funzionamento di un milione di riscaldamenti a pellet. Secondo i calcoli degli esperti, solamente con l’offerta degli scarti delle segherie austriache si possono produrre annualmente in Austria fino a 2 milioni di t. Anche l’uso di legno proveniente da boschi da taglio come materia prima per la produzione di pellet è facilmente proponibile. Attualmente nei boschi austriaci si taglia il 30% in meno del legno che vi cresce, Anche qui la reperibilità del combustibile per la produzione del pellet è assicurata a lungo termine.


Naviga qui Scegli la lingua: Home | Mappa del sito | Deutsch | English | Français

Navigazione:

CMS